RssRssInstagramInstagramPinterestPinterestTwitterTwitterFacebookFacebook
Tu sei qui: Secondazampa/I cani nel mondo contro le stragi di Sochi: "Noi non siamo spazzatura biologica"

I cani nel mondo contro le stragi di Sochi: "Noi non siamo spazzatura biologica"

']);" >!slideshow_deploy!

def con sconto

A seguito delle stragi di massa dei randagi avvenute a Sochi subito prima dell'inizio dei Giochi Olimpici una protesta si è levata nel mondo proprio ad opera di noi cani.

Forse tutti sapete che per realizzare tali uccisioni è stata assoldata una ditta specializzata di disinfestazione chiedendo che venissero uccisi quanti più cani possibili prima che arrivassero i turisti e gli sportivi. Il capo di tale ditta ha definito i randagi come "biological trash", ovvero "spazzatura biologica".

Ed ecco le nostre quadrupedi reazioni di fronte ad un simile oltraggio.

Molti cani più fortunati ci hanno messo il muso e hanno detto no alle stragi.

No all'essere considerati spazzatura.

Per leggere il nostro articolo sul Miliardario che sta salvando centinaia di randagi a Sochi clicca QUI

-------------------------

In preparation for the Olympics, the city of Sochi has been killing stray dogs, with the justification that they are “biological waste.”

In response, the hashtag #sochidogs has formed among more fortunate pups standing up against the practice and the sickening term.

We dogs, are not trash and we fight against this outrage.

To read the article about the billionaire who's saving hundreds of Sochi stray dogs CLICK HERE

Fonte: http://www.buzzfeed.com/

Potrebbe interessarti anche...

Leave your comment

Your Name(required)
E-Mail(required)
Website
Authorization code from image(required)


*

Message(required)

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie, clicca su "Accetta" per permettere il loro utilizzo. Continuare con la navigazione implicherà automaticamente l'accettazione dell'utilizzo dei cookie.

Chiudi