RssRssInstagramInstagramPinterestPinterestTwitterTwitterFacebookFacebook
Tu sei qui: Secondazampa/A Cuneo una fattoria trae risorse dalla vita degli animali e non dalla loro morte

A Cuneo una fattoria trae risorse dalla vita degli animali e non dalla loro morte

Questi umani hanno creato una nuova forma di investimento e al tempo stesso un ambiente dove le mucche vivono a lungo, vengono trattate bene e non producono latte o vitelli, ma bensì...cacca.

Sono chimate le cow-poop, ovvero animali allevati unicamente per la produzione del letame, concime naturale che viene poi utilizzato per la fertilizzazione dei terreni da coltivare.

Nella Farm Serenity Cow (così si chiama la fattoria) le signore mucche non vengono più sottoposte a fecondazione e quindi non daranno più alla luce vitelli, né quindi latte.
Vivono semplicemente beate e felici facendo quello che, dopo aver mangiato, è loro più congeniale.
E non stiamo qui a ripetere di cosa si tratta.
In che cosa consiste il progetto della Farm Serenity Cow?


 
.
Consiste nella creazione di una nuova realtà agricola, che al tempo stesso consenta di allevare gli “animali da fattoria” traendo risorse dalla loro vita anziché dalla loro morte reinvestendo quanto ottenuto nelle attività di coltivazione del terreno.
Afferma l'ideatore di questa favolosa realtà:
"All’inizio pensavamo di chiudere il ns. allevamento di vitelli da ingrasso di razza piemontese ed avviare la produzione ortofrutticola, il cambiamento era pratico e veloce: vendiamo le vacche al macello e con il ricavato investiamo nella nuova attività orticola, ma l’idea di decidere tutto di un botto della sorte dei nostri animali, quelli stesse “mucche” che dopotutto hanno lavorato per noi in tutti questi anni proprio non ci andava giù, ed allora ho pensato perché non manteniamo in vita le “mucche” ed utilizziamo di loro solo il letame per le nostre coltivazioni ?
Così nella primavera del 2011 è nato il primo allevamento di “cow poop” ovvero mucche da cacca!!
Il progetto è stato avviato!
.
Il-progetto
.
Ora le due attività avanzano in simbiosi, le mucche assieme ai cavalli che nel corso degli anni abbiamo salvato dal macello, ci garantiscono la disponibilità del letame, il quale viene utilizzato una volta “maturo” per arricchire i terreni adibiti alla coltivazione di ortaggi e fruttaprodotti secondo natura.
La strada che ci siamo proposti di percorrere non è facile, anzi, il più delle volte si riduce ad un viottolo, con la verdura si guadagna molto meno ma per “ingrassare” la verdura si spende meno che per ingrassare i vitelli, le ore lavorate più o meno si equivalgono, quindi magari alla fin fine l’alternativa è davvero possibile."
Alcune verdure prodotte grazie alle mucche della Farm Serenity Cow: quando una testa di cavolo può salvare la testa ad una mucca.
.
Verdura_coow

.

Un rifugio per coccinelle nella Farm Serenity Cow:

Rifugio

Alcune curiosità sulle mucche della Serenity Cow
Le "mucche" sono animali di norma docili e mansuete che apprezzano le coccole e le attenzioni che gli vengono rivolte né più né meno dei cavalli o degli altri animali cosiddetti “da affezione”.
La razza piemontese, è una razza di origini antiche che si perde nell’alba dei tempi, gli studiosi stimano che risalga a c.ca 25.000 anni fa quando alcuni esemplari di Aurochs (bovini di epoca giurassica) si incrociarono con Zebù di provenienza eurasiatica.
Nella tradizione agricola piemontese ha fedelmente servito generazioni di contadini, veniva usata come animale da tiro per il traino di carri e attrezzi agricoli, quali ad esempio l’aratro, per la lavorazione del terreno, sino a quando non è stata soppiantata dai trattori, forniva carne, latte e cuoio ora è esclusivamente allevata come razza da carne.
Possiamo dire che la “mucca” piemontese ha rappresentato per il contadino sino al secolo scorso,  quello che ha rappresentato il mulo per gli alpini, un animale con il quale l’uomo ha condiviso fatica e sudore nel duro lavoro nei campi, ma anche momenti di serenità famigliare vissuti nel tepore delle stalle, un animale verso il quale, l’uomo non ha sempre potuto ricambiare quanto ricevuto, purtroppo non è solo stato compagno di lavoro ma anche fonte di cibo, quindi il nostro progetto e le attività ad esso correlate sono dedicate a loro, le nostre amate “bianche” piemontesi.
.
Ve le presentiamo.
Ecco alcune delle vere protagoniste della "cow-muuuu-nity"
.
.
Speranza

Nata in stalla il 24 dicembre 2010 nella notte di Natale, dapprima volevano chiamarla Natalina, ma alla fine hanno optato per questo nome augurandole un futuro migliore di quello che di norma spetta alle mucche. È la prima femmina della stalla che non intraprenderà la carriera di fattrice.
Ha un carattere selvaggio in quanto non è mai stata legata e anche i rapporti con le persone durano per il tempo che decide di dedicargli, salvo che non abbiano qualche dolcetto da offrire….in questo caso si rivela una buona opportunista.

.

Fortuna
Nata in stalla il 26 novembre 2002 la madre si alzò inaspettatamente nell’atto della sua "espulsione" mettendo in serio pericolo la colonna vertebrale della vitellina, dopo giorni incerti sopravvisse e hanno deciso quindi di battezzarla con questo nome. E’ una mucca battagliera e determinata quasi sempre ai vertici nella struttura del branco ha alle spalle numerosi tentativi di evasione e non esita a caricare se infastidita. Nella sua carriera ha dato alla luce 5 vitelli di cui 4 femmine.

.
Brardina
Nata il 21 agosto 2002 prende il suo nome deriva dal cognome dell’allevatore da cui l’abbiamo acquistata.
Nella sua carriera ha dato alla luce quattro vitelli di cui 2 maschi.
Mucca caratterizzata da un carattere mite, è molto curiosa e accetta di buon grado le coccole da parte delle persone.
.

 

 

Idea
Nata il 12 marzo 2003, acquistata all’età di  4 mesi, entra nella stalla per diventare una fattrice.
L'anno in cui è nata era contrassegnato dalle norme di settore con la lettera I (viene assegnata una lettera per ogni annata e le "mucche nate in quell'anno avranno tutte la stessa iniziale) quindi non poteva che chiamarsi Idea per onorare questa pensata …
Ha un carattere docile ed è in genere sottomessa dalle sue compagne il 14 luglio ha dato alla luce Veggie l’ultima mucca che (si spera) nascerà nella fattoria e la prima ad essere nata veramente libera.

.

Potete saperne di più sulla Serenity Cow cliccando  Qui

Potete seguirli anche sulla loro pagina  Facebook

Potrebbe interessarti anche...

One comment

  • Posted 3 years ago

    Ma non si trovano a Cuneo: a Cavour (To) vicino Pinerolo!! ;)

    by Angelica on marzo 12, 2014 7:42 am | Rispondi

Leave your comment

Your Name(required)
E-Mail(required)
Website
Authorization code from image(required)


*

Message(required)

Secondazampa su Instagram
Gli ultimi tweets
2532followers
26272tweets
Il colpevole Denver

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie, clicca su "Accetta" per permettere il loro utilizzo. Continuare con la navigazione implicherà automaticamente l'accettazione dell'utilizzo dei cookie.

Chiudi