RssRssInstagramInstagramPinterestPinterestTwitterTwitterFacebookFacebook
Tu sei qui: Secondazampa/LIBRO #11 - Il cubo di Ruby

LIBRO #11 - Il cubo di Ruby

Autore: Rubacuori (detto Ruby)

Pagine: 182

Editore: YouCanPrintit

-------------------------------------

Potevamo fose non inserire l'autobiografia del Presidente di Secondazampa fra quelli consigliati?

Ovviamente no.

Ruby è un cane come tanti: meticcio, adulto e dall'aspetto un po' banale. 



Dopo aver trascorso 8 anni in canile senza mai uscire dal suo box, oggi per miracolo ha una nuova famiglia.

Nel 2008 ha fondato il blog, il sito e la community di Secondazampa (che oggi ha raggiunto i 79.000 followers) della quale si è autoproclamato unico e solo Presidente.

Come ringraziamento e simbolo del riscatto che la vita a volte offre anche agli ultimi, Ruby ha scritto la sua autobiografia.

Si intitola "Il cubo di Ruby", ovvero la trasformazione di un cane da essere invisibile a star del web.

E' un libro educativo, una finestra aperta sulla realtà di molti canili italiani ma non dal punto di vista umano, bensì dal punto di vista di chi (come Ruby) vi è stato rinchiuso senza colpa per tutta una vita.

Saremo grati a chiunque vorrà diffondere la sua storia, anche a nome di tutti i cani ancora reclusi e sofferenti che ci sentiamo di rappresentare.

-----

Incipit

Qui per voi abbiamo inserito anche un regalino: un piccolo estratto dalle prime pagine:

"Non sono mai stato un superficiale. Ho sempre cercato di trarre insegnamento dalle esperienze della mia lunga vita. Non è stato facile.
Anzi, il più delle volte, le difficoltà e la durezza sono riuscite a prevalere.
Tuttavia, anche nei momenti più duri, quelli in cui davanti agli occhi avevo solo un muro, l’ ottimismo e l’instancabile vitalità, mi hanno insegnato a guardare avanti lontano, verso un orizzonte promettente e rosato come certi tramonti estivi.
Per molto tempo i ricordi dell’infanzia e della prima giovinezza hanno sedimentato in me confusi e offuscati, come alghe in un lago limaccioso sferzato dal vento gelido invernale.
Leggeri banchi di nebbia, mi lasciavano intravedere sprazzi del mio passato privi di collegamento fra loro.
Flashback che sembravano appartenere alle storie e alle vite di altri. Ma erano i miei flashback, la mia storia, la mia vita.
Solamente ora che sono anziano e stanco, riesco a percepirne l’insieme, a ricucire i frammenti e a rivedere, come in un film suddiviso in più tempi, il percorso della mia lunga esistenza che mi ha portato sin qui. Oggi.
Ho viaggiato a lungo, camminando fino a rimanere stremato.
Ho affrontato la fame e la solitudine.
Ho conosciuto la prigionia e l’abbandono da parte di chi amavo.
Ho afferrato la speranza senza mai perderla.
Ho imparato la pazienza.
Sono morto e resuscitato.
Sono invecchiato al caldo dopo aver aspettato a lungo.
Non avrei mai sospettato di avere la forza di ricominciare a vivere quando credevo ormai di avvicinarmi alla fine.
Non avrei mai pensato di avere ancora un futuro verso il quale guardare con occhi ormai stanchi.
Non potevo immaginare che un giorno, da vecchio, avrei imparato finalmente a…giocare. Eppure la vita mi ha concesso tutto questo.
Si è presa gioco di me gettandomi nel buio per poi riaccendere la luce.
Improvvisamente, senza dare un minimo cenno di preavviso.  Quella bastarda.
Mi sento un simbolo io. Del riscatto nei confronti delle difficoltà.
Un simbolo che testimonia il valore della speranza. Unica arma vera ed invincibile contro i nemici tangibili e quelli dell’anima.
Dopo aver riflettuto a lungo, sono giunto alla conclusione che potrei dividere i ricordi che ho della mia vita, in fasi distinte che hanno ben poco a che fare l’una con l’altra, eccetto che per il medesimo protagonista: il sottoscritto.
Alcuni di quei ricordi li ho vissuti personalmente, altri mi sono stati raccontati; ma di certo tutti quanti corrispondono a ciò che un tempo è realmente accaduto.
Per un vecchio come me, che ha trascorso la maggior parte della vita da solo e senza amore, raccontare è un modo per far sì che tutti quei fatti non vengano dimenticati o dispersi; dissolti come lacrime nella pioggia." 

 -------

Le vostre recensioni:

luciana tiziana jenny base-con-cover-tagliata


PUOI TROVARLO QUI: Il cubo di Ruby

 

Potrebbe interessarti anche...

Leave your comment

Your Name(required)
E-Mail(required)
Website
Authorization code from image(required)


*

Message(required)

GIOCHI PER CANI
Pothound, un cane di strada
ARTE #15 - I ritratti dei vostri quadrupedi per arredare la casa
Se vi va di avere il muso del vostro quadrupede appeso in casa per abbellire una stanza e scaldarvi il cuore, ecco qui una bellissima idea per voi.
RICETTE #15 - Biscotti natalizi al burro di arachidi
Durante le feste tutti voi umani siete dei golosoni e vi rimpinzate di leccornie. E noi!?! Ecco una bella ricettina che farà felice il nostro palato, ma senza esagerare eh?!
FAI DA TE #4 - Una nuova cuccia in una valigia vintage
Non è una cuccia bellissima?! E potete frealizzarla anche voi per il vostro quadrupede, cane o gatto che sia. Ecco come, è semplicissimo.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie, clicca su "Accetta" per permettere il loro utilizzo. Continuare con la navigazione implicherà automaticamente l'accettazione dell'utilizzo dei cookie.

Chiudi