RssRssInstagramInstagramPinterestPinterestTwitterTwitterFacebookFacebook
Tu sei qui: Secondazampa/I due cani che hanno protetto il Principe William durante il suo lavoro come pilota militare, sono stati uccisi con l'eutanasia a pochi giorni dalle sue dimissioni

I due cani che hanno protetto il Principe William durante il suo lavoro come pilota militare, sono stati uccisi con l'eutanasia a pochi giorni dalle sue dimissioni

Il Principe William ha lasciato il suo lavoro di pilota militare la scorsa settimana.


Tuttavia la decisione di procedere con l'eutanasia sui due cani (il pastore belga Brus e il pastore tedesco Blade) che hanno protetto il Principe durante il suo servizio  solo pochi giorni dopo le sue dimissioni, ha fatto arrabbiare gli animalisti e lo staff stesso.

Il Ministero della Difesa (MoD), responsabile di questa decisione, si è giustificato dicendo che Brus era giunto alla fine della sua vita lavorativa e Blade non era in condizione di assumersi altri incarichi. Il fatto che le date abbiano coinciso con pochi giorni dopo le dimissioni del Principe - afferma - sono solo una coincidenza.

article-2424123-1BE2D0EA000005DC-525_306x423 article-2424123-1BC694B2000005DC-163_306x423

Gli attivisti affermano che si sia trattato di eutanasia di convenienza.

Pare comunque che i cani uccisi negli ultimi dieci anni dal Ministero della Difesa siano 288.

Nel frattempo il Principe coccola a casa propria il cane di casa Lupo, più fortunato di chi lo ha protetto per tanto tempo.

Io sono basito.
Ma un po' di gratitudine no?!?

William-and-Kate-with-new-dog-prince-william-and-kate-middleton-28572428-660-495

 Fonte: Daily mail

Potrebbe interessarti anche...

One comment

  • Posted 4 years ago

    com’era quel detto …lassù, qualcuno stamaledica gli inglesi?…..

    by momixart momixart on novembre 14, 2013 3:42 pm | Rispondi

Leave your comment

Your Name(required)
E-Mail(required)
Website
Authorization code from image(required)

*

Message(required)

Secondazampa su Instagram
Gli ultimi tweets
2546followers
26363tweets
Il colpevole Denver

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie, clicca su "Accetta" per permettere il loro utilizzo. Continuare con la navigazione implicherà automaticamente l'accettazione dell'utilizzo dei cookie.

Chiudi